Il crescente mercato di smartphone, che comprende sistemi dalla fascia bassa alla fascia alta, ha consentito ad ognuno di noi di disporre di almeno uno di questi potenti dispositivi. Di conseguenza il loro continuo impiego ha spinto sia le case costruttrici di tale sistemi che semplici programmatori o appassionati del settore ha realizzare applicazioni fruibili su questi smartphone; stiamo parlando della ormai conosciutissime APP.

Con il termine APP vengono indicate quella applicazioni utilizzabili da smartphone e che consentono di usufruire di servizi anche molto utili nel quotidiano come, ad esempio: app per gestire i conti bancari, app come navigatore, app per la prenotazioni di servizi sanitari e molte altre ancora.

Le app sono creare per i principali sistemi operativi mobile come: ANDROID, iOS e Windows Mobile. Ognuno di questi sistemi permette di scaricare le applicazioni dai loro STORE. Gli store sono dei veri e propri negozi virtuali dai quali scaricare gratuitamente o dietro corrispettivo di denaro, le app che l’utente desidera avere sul proprio smartphone.

La nostra azienda, grazie al suo team dedito alla ricerca e allo sviluppo di nuove tecnologie, dispone di professionisti che hanno già realizzato e che, tutt’ora, continua a realizzare app per i nostri clienti per sistemi android, iOS e windows mobile.

Dal punto di vista tecnico tuttavia si ha la necessità di distinguere le app in tre categorie:

  • App NATIVE
  • App IBRIDE
  • Web App

Le App Native sono quelle app, senza dubbio le più diffuse, sviluppare specificamente per un sistema operativo. Dal punto di vista della programmazione ciò vuol dire che queste app sono realizzate con un linguaggio di programmazione che varia in base al sistema operativo su cui poi dovranno lavorare. Per fare un esempio iOS utilizza, nella maggior parte dei casi, il linguaggio Objective-C; Android invece usa Java. 

I vantaggi per le app NATIVE sono molteplici, come ad esempio, una maggiore velocità, affidabilità e permettono all’utente di avere un esperienza migliore nel loro utilizzato in quanto hanno una reattività superiore rispetto a quelle ibride. Essendo realizzate appositamente per un sistema operativo, consentono un più facile accesso alle risorse del sistema stesso (come gps, registri di sistema, rubriche ecc). Accesso più facilitato alle notifiche in push che vengono autorizzate dall'utente al momento dell'installazione di un'app sul proprio device.

Gli svantaggi delle app native sono principalmente ricondubili ad una manutenzione più complessa rispetto alle app ibride in quanto, dovendo sviluppare una stessa app per ogni sistema mobile, ogni qualvolta verrà effettuata una modifica e quindi una nuova release della stessa, le modifiche andranno replicate su tutte le versione della stessa app (per ottemperare a ciò potrebbe essere utili utilizzare dei framework in fase di sviluppo dell'app). Un altro punto svantaggio delle app native è riconducibile all'elevato costo di produzione delle app, nettamente inferiore nel caso di sviluppo di app ibride.

Le App IBRIDE invece, sono quelle app, conosciute anche con il nome di app multipiattaforma, che rispetto alle app native sono meno care da sviluppare e che consistono di una sola versione fruibile su diverse piattaforme. La manutenzione risulta quindi più facile in quanto modificando una sola volta il codice la modifica sarà utilizzabile su tutti i sistemi operativi mobile su cui è possibile installare l’app.

Come per le app native, anche le app ibride hanno svariati vantaggio, come ad esempio: tempi di realizzazione minori rispetto a quelle native; ciò comporta dei costi di produzione minori. Ma una caratteristica importante è quella di essere CROSS-PLATFORM, ovvero posso essere eseguiti su tutte le piattaforme presenti sui diversi devices.

Di contro, gli svantaggi delle app IBRIDE, sono rinconducibili ad alcuni punti importanti come: performance inferiore rispetto alle app NATIVE in quanto le prime hanno necessità di sfruttare maggiornamente l'hardware del device; facendo ciò l'app subisce anche un rallentamento nella sua esecuzione. Anche l'accesso alle risorse del device risulta essere svantaggioso rispetto alle app native in quanto, anche se ormai le app ibride riscono ad accedere comunque ad alcune di esse, la funzionalità messa a disposizione dall'app ibrida varia tra dispositivi. 

Le Web app sono le versione web di un sito che possiamo visionare sul nostro smartphone. In questo caso l’utente non ha la necessità di installare alcun applicazione sul proprio dispositivo ma basterà digitare nel browser l’indirizzo del sito che vuole visionare. In questo modo non verrà usato spazio sulla memoria del telefono.

Per sapere quale tipologia di app può fare al caso tuo, contatta i nostri esperti che saranno lieti di offrirti una consulenza ad hoc per le tue esigenze.